Onoranze Funebri San Martino

  • Onoranze Funebri

Cremazione Salme

L’impresa ON0RANZE FUNEBRI SAN MARTINO offre assistenza completa per il servizio di cremazione fornendo tutta la modulistica necessaria e curando il disbrigo delle pratiche comunali e cimiteriali.

Tale pratica è ammessa a seguito dell’espressione di una volontà del defunto in questo senso espressa

In diverse forme:

  • Esprimere la propria volontà attraverso il testamento olografo (scritto di pugno dal defunto).
  • Iscriversi ad una associazione che abbia tra i propri scopi la cremazione dei cadaveri dei propri associati (ad es. SOCREM). In tal senso l’impresa ONORANZE FUNEBRI SAN MARTINO è a disposizione di coloro i quali volessero esprimere tale volontà per la compilazione dei moduli e per la loro consegna all’ associazione proposta (SOCREM TORINO).
  • La comunicazione verbale ai propri familiari che a loro volta lo dovranno testimoniare davanti al personale dello stato civile del comune in cui è avvenuto il decesso.

 

In base alla forma con cui è stata espressa la volontà di cremazione si dovranno attivare diverse procedure, tutte gestite dalle ONORANZE FUNEBRI SAN MARTINO; il titolare contatterà personalmente l’ufficio del comune in cui è avvenuto il decesso per la consegna di tutti i documenti previsti dalla normativa , per poi ricevere il nulla osta e procedere al trasferimento della salma presso la struttura che ospita il forno crematorio. Le Onoranze Funebri San Martino si avvalgono del TEMPIO CREMATORIO di ASTI . Le ceneri verranno poi raccolte all’interno di un’urna cineraria e consegnata il giorno stabilito dal personale addetto al forno ai parenti o a persone da loro autorizzate. Su delega del familiare l’addetto delle ONORANZE FUNEBRI SAN MARTINO si farà carico del ritiro dell’urna cineraria e del suo trasferimento al cimitero o presso il luogo scelto per conservarla oppure per la dispersione delle ceneri .

cremazione
cremazione
cremazione
cremazione

Dispersione Ceneri

Cosa presentare per ottenere la dispersione delle ceneri


1. La domanda è indirizzata al Sindaco del Comune del luogo di decesso;
oppure:
a) al Comune di residenza del defunto, qualora il decesso sia avvenuto in altra Regione;
b) al Comune ove sono già state tumulate le ceneri.

Tale richiesta può essere contestuale alla domanda di cremazione, oppure con domanda distinta.

2. Imposta di bollo sia sulla domanda di dispersione delle ceneri che sul relativo provvedimento di autorizzazione.

Se l’autorizzazione è rilasciata in più originali, l’imposta di bollo è assolta su ognuno di essi.

La volontà del defunto di disperdere le proprie ceneri deve emergere da:
1) disposizione testamentaria;
2) dichiarazione autografa ( da pubblicarsi come testamento olografo art. 620 c.c.);
3) dichiarazione resa e sottoscritta nell’ambito dell’iscrizione ad associazione legalmente riconosciuta per la cremazione;
4) dichiarazione ritualmente resa di fronte a pubblici ufficiali ( funzione esercitata da un ampio spettro di persone, per esempio: notaio, segretario comunale, ecc. );
5) dichiarazione verbale resa in vita dal defunto: i congiunti (coniuge e parenti di primo grado come figli e genitori) possono esprimere la volontà del defunto di dispersione delle proprie ceneri nonché del luogo della dispersione mediante dichiarazione ritualmente resa di fronte a pubblico ufficiale .

La firma dei congiunti va autenticata ai sensi degli art. 21 e 38 DPR. 445/2000.

Dal 2004 ciascun Comune ha la possibilità di regolamentare la dispersione delle ceneri.

Ad oggi non è consentita ovunque, molti Comuni devono ancora disciplinare i regolamenti attuativi per tale pratica.

E’ possibile svolgere la dispersione delle ceneri nei luoghi segnalati dal Comune a cui si fa richiesta, in generale è consentita:

· area cimiteriale appositamente individuata;

· area privata, aperta e con il consenso del proprietario. È vietata la dispersione nei centri abitati;

· in natura è libera nel rispetto delle seguenti indicazioni:

- in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa
- nei laghi, ad oltre cento metri dalla riva
- nei fiumi, nei tratti liberi da manufatti e natanti

 

Persona autorizzata alla dispersione delle ceneri

· persona indicata per volontà del defunto;

in sua mancanza, avranno l'autorizzazione nel seguente ordine:

  • coniuge,
  • figli;
  • altri familiari aventi diritto;
  • esecutore testamentario;
  • legale rappresentante di associazione per la cremazione a cui il defunto era iscritto;
  • personale appositamente autorizzato dal comune che esercita l’attività funebre.

 

Se la famiglia o il defunto non hanno stabilito alcuna destinazione, le ceneri vengono disperse nel cinerario comune, se esistente o nell'ossario comune.

dispersione ceneri
dispersione ceneri
dispersione ceneri
dispersione ceneri
ONORANZE FUNEBRI SAN MARTINO | 2, Piazza Camillo Riccio - 14014 Montafia (AT) - Italia | P.I. 01577340050 | Tel. +39 0141 997218   - Cell. +39 339 4634082 | sanmartinoonoranzefunebri@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy